Ambulatorio audiolesi

Presentazione dell’ambulatorio

Il fine ultimo del lavoro della audiopedagogista è di:

promuovere lo sviluppo armonico del bambino audioleso in collaborazione con i genitori e  tutte le figure professionali coinvolte nel suo sviluppo;
integrare il bambino audioleso, dove possibile, nelle scuole regolari;
accompagnare il ragazzo audioleso, nella scelta professionale dopo la scuola dell’obbligo in collaborazione con gli orientatori e le diverse persone competenti.

Il metodo proposto è quello auditivo verbale, oralista, basato sull’educazione acustica (sentire – udire – ascoltare – analizzare – comunicare) e sullo sviluppo del linguaggio sia orale che scritto ed è indirizzato a bambini/ragazzi dai 0 ai 18/20 anni.
Il lavoro si svolge in collaborazione con i genitori, i docenti di sostegno, i docenti titolari, l’audio-protesista i medici e le diverse autorità scolastiche.
Le terapie sono prevalentemente individuali e variano d’intensità a seconda del piano d’intervento preparato individualmente per ogni singolo bambino. Per i bambini più piccoli l’intervento avviene a domicilio. La terapia può durare diversi anni.
Periodicamente vengono organizzati dei momenti ricreativi per far sì che le famiglie abbiano uno scambio e si possano conoscere.

La terapista è presente nel Bellinzonese a Castione e nel Luganese a Manno all’interno delle sedi scolastiche su mandato del Cantone e in rappresentanza dell’Istituto Sant’Angelo.

Breve curriculum formativo e professionale di Liliana Sabbadin-Panzeri

Formazione

Docente Scuola elementare a Lugano
Educatrice specializzata a Mendrisio
Pedagogista per audiolesi a Zurigo

Profilo professionale

conoscenze dello sviluppo globale del bambino
conoscenze approfondite dell’udito e del linguaggio
conoscenze audiologiche

Assunta dal 1996 come collaboratrice in formazione; dal 1999 come responsabile dell’ambulatorio.